I classici rivisitati
Alici, Pomodorini e Cucunci
Presentazione

Questa è una ricetta a cui mi sono voluto dedicare in quanto ha una storia confusa e particolare. A Roma la chiamano “Napoli”, mentre a Napoli la chiamano “Romana” come se nessuno ne volesse la paternità. Spesso con questi termini ci si riferisce a una classica Margherita con aggiunta di alici sott’olio, ma non mancano le versioni con capperi, origano, aglio, e spesso e volentieri senza utilizzare la mozzarella. Non potevo non presentarvi la mia rivisitazione, stravolgendo un po’ la ricetta, altrimenti che gusto c’è! Prima di tutto ho eliminato la salsa di pomodoro e l’ho sostituita con un pomodoro ciliegino confit, l’aglio ha lasciato spazio a un gusto più fresco dato dalla stracciatella pugliese utilizzata al posto della mozzarella. Il classico basilico rimane, profumato e insostituibile, mentre i capperi sono stati sotituiti a favore dei loro frutti: i Cucunci.

Ingredienti
  • Pomodori ciliegino
  • Origano
  • Olio EVO
  • Zucchero di canna
  • Sale
  • Stracciatella pugliese
  • Cucunci
  • Basilico fresco
  • Alici fresche

Preparazione

Iniziamo subito col preparare gli ingredienti della nostra pizza. Prima di tutto dobbiamo infornare i pomodorini perchè avranno una cottura molto lunga! Una volta sciacquati, tagliamoli a metà, e mettiamoli in teglia con carta forno rivolti con la parte tagliata verso l’alto. Andremo a condire i pomodorini con sale e origano, zucchero di canna abbondante e un filo d’olio EVO. Inforniamo i pomodorini a 170° per circa 1 ora e 30 minuti, dovranno asciugarsi il più possibile ma senza bruciare.

Ora dobbiamo pensare alla preparazione delle alici fresche. Togliamo la testa e poi andiamo a dividere i due filetti dalla lisca, a questo punto sciacquare e grigliare con un filo di olio di semi di girasole. Non appena il filetto diventa bianco per via della cottura toglierle immediatamente dalla griglia e lasciare raffreddare.

Per finire con la preparazione degli ingredienti, dovremo solo tagliare a fettine fine i Cucunci e lavare le foglie di basilico.

Arrivati a questo punto possiamo preparare la nostra pizza. Io preferisco per questo tipo di ricetta una base abbastanza fina e croccante. Stendiamo l’impasto e cuociamolo senza ingredienti ad eccezione di un filo di olio EVO. Una volta cotta la base, saremo pronti per montare la nostra guarnizione.

Prima di tutto sulla base, per prima, mettiamo la stracciatella pugliese. Avrà la funzione di agevolare la masticazione, dare umidità alla ricetta, ma non solo: sarà il “collante” su cui adagiare il resto degli ingredienti. Al di sopra metteremo i pomodorini confit, il basilico, fettine di cucunci e alici. Per finire insaporire con origano e un filo di olio EVO.