Le gourmet
Uova di Salmone e Fiori di borragine
Presentazione

Una delle mie creazioni preferite, l’ho presentata la prima volta al ristorante Nettuno sul lungo mare di Rapallo. Apprezzatissima dai clienti più raffinati, è molto fine e rispecchia in pieno il mio stile. Ho voluto utilizzare le uova di Salmone, per rafforzare il mio legame con le ricette di pesce che amo particolarmente.

È particolarmente adatta per il servizio al tavolo per quei clienti che gradiscono assaggiare un pezzo di tutto, che condividono le pizze centralmente, e ovviamente sarà servita per prima, come chicca di benvenuto. È importante non adattare altri ingredienti similari, attenetevi strettamente a questi sotto elencati. Mi raccomando!

Ingredienti
  • Burrata pugliese
  • Uova di Salmone
  • Fiori di Borragine
  • Limone
  • Pepe nero
  • Olio EVO

Preparazione

Questa è una pizza che va gustata per il suo gusto fresco e deciso, per questo non cuoceremo gli ingredienti insieme alla nostra pizza. Sarebbe una mossa poco apprezzata cuocere la burrata ve lo assicuro!

Iniziamo subito con il preparare gli ingredienti, bisogna pulire i fiori di borragine e per farlo basterà dividere la corolla del fiore dal suo calice.

La burrata se conservata in frigo va fatta tornare a temperatura ambiente, io preferisco acquistarla appena fatta e non metterla in frigo, ma capisco che non è fattibile ovunque.

Per le uova di salmone vi consiglio una volta aperto il barattolo che le contiene di mettere dell’acqua all’interno dello stesso. Questo perchè spesso le uova sono appiccicose e salate, l’acqua le renderà più facilmente staccabili l’una dall’altra e meno sapide.

Cuociamo la nostra base con un filo di olio EVO e niente di più, anche in questo caso opterei per un forno dolce per una cottura che asciughi bene, questo per ottenere una base molto croccante che contrasti con il morbido della burrata e che sia in grado di sorreggerla. Appena sforniamo la pizza andremo prima di tutto a rompere la burrata con le mani per sistemarla sui vari tranci. A questo punto dobbiamo essere accurati nel posizionare le uova di salmone in quanto sono molto saporite e forti, quindi non devono essercene troppe o rovineremo l’equilibrio con gli altri sapori. È un passaggio molto importante.

Ora che abbiamo lavorato sul sapore primario, andiamo a inserire i retrogusti. Per questa ricetta ho pensato allo zest di limone, il pepe nero e i fiori di borragine. Contrariamente da quanto pensano alcuni, i fiori non servono solo ad abbellire il piatto, ma rappresentano spesso un passo importante della ricetta, come in questo caso in quanto donano profumi lievi ma che legano alla perfezione con il resto degli ingredienti.

Terminiamo quindi la ricetta sistemando i fiori di borragine, lo zest di limone e una grattata delicata di pepe nero.